IC4BAROLINI

Attività ed eventi

Print Friendly, PDF & Email

ANNO SCOLASTICO  2016/2017

 

Un anno con “Il Piccolo Principe”

E’ tornato il teatro alla Barolini! Merito della professoressa Cosetta Mucciolo, che ha allestito con la classe 2.C “Un anno con il Piccolo Principe”, tratto dal celebre libro di Antoine de Saint Exupery. Lo spettacolo, realizzato con la collaborazione dei docenti Marco Fin ed Umberto Scandurra, è stato portato in scena giovedì 7 giugno in aula magna e si è meritato il plauso finale del Dirigente scolastico, che ha assistito alla rappresentazioni assieme a professori e genitori.

Nelle foto, alcuni momenti dello spettacolo teatrale.

 

 

Solidarietà per Montemonaco

La Barolini per Montemonaco. La cifra raccolta durante l’ultima Mostra del Libro è stata consegnata al primo cittadino del comune marchigiano colpito dal sisma dello scorso agosto durante una serata di beneficenza organizzata dalla Pro Loco di Villafranca Padovana. Nella foto, il sindaco Onorato Corbelli riceve la busta dai volontari Eliana Torella e Luciano Mucciolo.

 

 

Attività di intercultura – Scuola dell’Infanzia – vedi il power – point

 

Concorso musicale

Le classi 2.A e 3.C ad indirizzo musicale della scuola media “Antonio Barolini” di Vicenza, seconde classificate al “XX. Concorso Musicale Poggese”, svoltosi a Poggio a Caiano (Firenze) il 4-5-6 maggio, accompagnate dai docenti Martina Dal Lago, Elisa Doria, Silvia Fabbian, Alessandra Gaspari e Diego Zordan.

 

Mostra del libro

Si è conclusa la tredicesima edizione della “Mostra del libro” dell’Istituto Comprensivo. L’incontro con la scrittrice vicentina Maria Pia Veladiano è stato per grandi e piccoli un piacevole momento di riflessione sulla lettura e sulla scrittura.. 

 

 

Feste di Natale

Locandina Feste di Natale 2016 Infanzia Dalla Scola

 

Locandina Concerto di Natale

concerto

concerto 4

 

Campestre 2016

 

Complimenti alle Ragazze della 1.B (Aurora Galvanetti, Abigail Frimpong, Ludovica Nardi, Giulia Perrone, Lia Zaffonato), che si sono classificate seconde nella fase comunale della Campestre al Parco Querini mercoledì 16 novembre. Grazie a questo risultato, hanno ottenuto la qualificazione alla finale provinciale, che si svolgerà mercoledì 30 novembre a Tezze sul Brenta, dove la nostra scuola sarà rappresentata anche da Giuseppe D’Ascoli della 1.C nella categoria Ragazzi a livello individuale. Nelle foto, alcuni momenti della giornata al Parco Querini.

 

IMG-20161109-WA0003 IMG-20161109-WA0002

 

 

Libriamoci 2016 

Anche quest’anno la scuola primaria ha aderito all’iniziativa “Libriamoci: giornate di lettura nelle scuole”, che si è tenuta dal 24 al 28 ottobre.

Ecco i libri letti nelle classi…

 

CLASSI PRIME

Risultati immagini

Il coccodrillo enorme è il titolo di un racconto breve di Roald Dahl. Un coccodrillo spaventoso e affamato cerca di soddisfare il suo più grande desiderio: mangiare bambini succulenti e cicciottelli e dimenticare i pesci. Per raccontarlo Dahl gioca con la lingua:

E’ una giuggiola, è una primizia

è come il paté di liquerizia.

E’ più delizioso dei supplì

ripieni di crema di chantilly.

Più dei rognoni al maraschino,

più delle cozze con il budino.

E’ come il caviale sopra il gelato,

è come la trippa con il cioccolato. E’ strafogante, è stragodurioso:

altro che il solito pesce fangoso!

Gli altri animali, – tutti disegnati da Quentin Blake – il coccodrillo Cosìcosì, l’ippopotamo Panciapalla, l’elefante Bombardone, la scimmietta Zompalà, l’uccello Rococcò cercano di fermarlo ma lui terrorizza tutti e, uscito dalla giungla, arriva dritto in città…

 

 

CLASSI SECONDE  E TERZE

 

In cielo soffiano i venti, creati da mamma Aria. Il vento più giovane e curioso è Refolo.

Per lui non è facile trovare degli amici, ma egli possiede un talento speciale. Questo dono gli permette di ritrovare la fiducia in se stesso.
Un’avventura per conoscere l’aria e per parlare di amicizia.

Alla lettura da parte della scrittrice, ha fatto seguito l’esecuzione di alcuni  divertenti esperimenti sull’aria.

 

 

 

 

 

 

CLASSI QUARTE

 

Risultati immagini per romeo e giulietta classicini

 

Romeo e Giulietta da William Shakespeare è un libro di Piumini Roberto pubblicato da EL nella collana Classicini. 

Avvicinare i bambini alla lettura dei classici  significa  aiutarli a conoscere  opere di grandi autori,  riscritte  con un linguaggio adatto alla loro età, assaporare stili di vita lontani nel tempo, e confrontarli con quelli di oggi, per scoprire similitudini e diversità.

 

 

 

 

 

 

 

CLASSI QUINTE

 

Quest’anno ricorre il V centenario dalla prima pubblicazione dell’opera “L’Orlando Furioso” di Ludovico Ariosto. Spesso si è portati a pensare che certi libri possano leggerli solo gli adulti. Un libro in versi, poi, sembra essere appannaggio di quei pochi che siano in grado di capirlo. L’opera di Ariosto, in realtà, presenta tutte le caratteristiche proprie del racconto di avventura e del fantasy e, per questa ragione, può essere letto da tutti. Le tematiche che si sviluppano nel susseguirsi degli eventi narrativi sono, senza ombra di dubbio, quelle più amate da bambini e ragazzi: amore, amicizia, cavalleria, destino, magia, mistero…

L’autrice Cinzia Capitanio offre agli alunni un percorso approfondito per far conoscere loro questo classico della letteratura italiana da lei rivisitato in forma narrativa.

(illustrazione di Elena Mellano da “Orlando furioso”, ed. Raffaello).

 

 

 

 

 

Premio Marzotto

 

Importante riconoscimento per l’ex-3.C della Barolini. Il lavoro presentato da un gruppo di alunni sotto la guida della professoressa Barbara Barban è stato infatti premiato al concorso “La scuola che vorrei” indetto dalla Fondazione Marzotto. La cerimonia di consegna del premio, consistente in un assegno di 1000 euro, si è svolta lunedì 19 settembre al Teatro Olimpico. Nella foto, Valerio Palamarciuk con l’assessore provinciale Maria Cristina Franco e Matteo Marzotto.

 

20160919_105056

 

 

Incontro con il consigliere Cattaneo

 

Come ormai da tradizione, il primo giorno di scuola è stato contrassegnato dalla visita al nostro istituto di un rappresentante delle istituzioni. Come un  anno fa, a salutare gli alunni di prima in aula magna è intervenuto il consigliere comunale Roberto Cattaneo, accolto dal Dirigente scolastico Emanuela Vicari (nella foto).

 

P1110265

 

 

 

 

ANNO SCOLASTICO  2015/2016

 

Capaci. Per non dimenticare

 

 

capaci

 

 

Settimana dell’intercultura alla Scuola dell’Infanzia

imminf

 

 

 

Con la bici vai…che gran cosa pedalar…

Il 20 maggio le classi quarte, della scuola primaria, hanno concluso il progetto “On the  road” con un percorso, in bicicletta, al campo scuola di via Bellini.
Su un circuito lungo quasi 600 metri i ragazzi hanno pedalato mantenendo la posizione del ciclista, rispettando i segnali di obbligo, di divieto, di precedenza…
Tutti si sono meritati il patentino!

 

Immagine bici

 

Incontro con Silvia Calamati

Oggi, 5 maggio 2016, in occasione del 35. anniversario dalla morte di Bobby Sand, noi e la 3.B abbiamo avuto l’opportunità di incontrare Sivia Calamati, una scrittrice vicentina che ha scritto molti libri sulla questione irlandese, ottenendo anche diversi premi. La nostra ospite ci ha confessato che in genere il 5 maggio non è in Italia, bensì è a Belfast, a depositare dei fiori sulla tomba del ragazzo morto per lo sciopero della fame. Lei ha ricostruito la vita di Bobby Sands grazie ai messaggi scritti sulle cartine delle sigarette, poi inviati alla sua famiglia. Ci ha spiegato che la sua passione per la storia di Bobby Sand le è nata quando ha sentito, un anno dopo la sua morte, la notizia. Era ancora all’università quando decise di recarsi in Irlanda del Nord, sotto il dominio inglese, per toccare con mano la realtà. Aveva chiesto al conducente dell’autobus di avvertirla appena fossero arrivati al confine ma, siccome il conducente se lo era dimenticato, fu lei ad accorgersi che erano giunti in Irlanda del Nord. Su un albero c’era una bandiera inglese. Solamente quella. Non c’erano confini segnati netti, solamente qualche riferimento qua e là. La città di Derry, nell’Irlanda del Nord, quindi sotto il dominio inglese, era soprannominata London Derry, per il fatto che era nell’Irlanda del Nord. Gli inglesi avevano tenuto solamente Belfast e Derry perché erano le due città più importanti, dopo Dublino. A Belfast si producevano le barche per la marina militare inglese e a Derry le divise per i militari inglesi. Poi noi le abbiamo fatto qualche domanda, curiosi di sapere cosa l’avesse colpita di più. Lei ha risposto, dopo averci pensato qualche secondo: “Quello che porto in cuore è la sofferenza della gente. Attraverso i miei libri, spero di essere riuscita a raccontarla, ovviamente non in misura di quello che si prova realmente a viverlo”. Alla domanda sul perché fosse andata in Irlanda per le informazioni e non rimasta in Italia, ha ribattuto: “Bisogna sempre verificare e toccare con la mano i fatti per comprenderli al meglio. Nel 1984 un soldato ha sparato a un civile con un proiettile di plastica e l’ha ucciso. Io ero lì, ho assistito alla scena. Ma al contrario di quello che tutti pensano, la guerra tra irlandesi e inglesi non era civile, era esattamente una guerra tra un Paese e un altro. Silvia Calamati ha fatto poi riferimento alla musica che è come la pizza in Italia, un classico. Ci ha parlato delle tre canzoni scritte da Bobby Sand, quando era ancora nella prigione dove è morto. La più famosa delle tre è “Back home in Derry”. L’abbiamo ascoltata e poi abbiamo ringraziato Silvia per il suo prezioso intervento.

Chiara Torresan 3.A

 

5 MAY ITALY

 

 

Oggi, giovedì 5 maggio, nell’aula magna della scuola secondaria “Barolini” noi ragazzi delle classi terze abbiamo potuto incontrare la scrittrice Silvia Calamati, giornalista e scrittrice, collaboratrice di RAINEWS24 ed esperta della questione nord-irlandese, curatrice di “Un giorno della mia vita”, di Bobby Sands” e di altri importanti testi sul tema. La scrittrice, autrice del libro “Il diario di Bobby Sands. Storia di un ragazzo irlandese”, ci ha raccontato la storia di questo ragazzo di Belfast divenuto simbolo della lotta per l’indipendenza dell’Irlanda del Nord: Bobby Sands detenuto per quattro anni nel terribile carcere di Long Kesh. Egli poi è morto nel 1981, a soli ventisette anni, dopo sessantasei giorni di sciopero della fame, proprio il 5 maggio. Oggi Bobby Sands è divenuto un esempio per tutti coloro che, in ogni parte del mondo, sono impegnati a lottare per la giustizia e la libertà. In questi anni, infatti, sono stati moltissimi i prigionieri che, nell’intraprendere uno sciopero della fame, si sono ispirati alla figura di Sands. La scrittrice ci ha raccontato del suo viaggio in Irlanda e di quanto fosse ambiguo e non ben definito il confine tra Irlanda e Irlanda del Nord. Mi ha stupito sapere che persino gli alberi venivano etichettati con una bandiera inglese, come per indicarne la proprietà. Questo incontro mi ha arricchito, poiché ho scoperto quanto sia stato importante per un ragazzo così giovane combattere per il proprio ideale e per la libertà del suo popolo.

Tommaso Galvanetti classe 3.B

 

 

 

 

 

 

 

Presentazione del libro “Racconta… voglio ascoltarti”

 

libro“ Racconta … Voglio ascoltarti “ questo è il titolo del libro che il  Dirigente scolastico Emanuele Vicari assieme ad insegnanti, studenti e ospiti ha presentato giovedì 28 aprile nella palestra della Tiepolo. La cerimonia è stata aperta dall’orchestra della classe terza B ad indirizzo musicale della scuola Barolini  che ha suonato una delle tante colonne sonore di “ Jurassic Park” . La Dirigente ha espresso dei brevi ringraziamenti a tutte quelle persone che hanno contribuito alla creazione e alla stesura del libro “Racconta … Voglio ascoltarti“.  Successivamente, una delle autrici, l’insegnante della scuola primaria Cinzia Capitanio, con alcune diapositive proiettate sulla lavagna digitale, ha spiegato brevemente i contenuti del libro,  una raccolta di testi ed elaborati provenienti da tutti i plessi del Comprensivo 4. Inoltre ha sottolineato che la nostra scuola ospita e accoglie molti bambini e ragazzi da tutto il mondo con usanze, culture, cibi diversi: è tradizione del nostro istituto accogliere nelle classi  una mamma, un papà, una nonna o  un famigliare desimbolo cinesello studente straniero proprio per raccontarci come si vive negli altri paesi e anche quali sono le loro tradizioni. Tre bambini della classe quarta elementare hanno letto quindi delle poesie. L’insegnante ha poi ripreso la parola ricordando che, all’interno di questo libro, si possono 17trovare molte ricette originali di questi paesi che ogni persona può provare a cucinare a casa. Successivamente, Beatrice Bardas della 3.A ha letto una pagina del suo diario che narrava di quando è arrivata in Italia, di come si è trovata e come l’hanno accolta nella sua classe.  Per chiudere questa parte della presentazione, la docente ha raccontato che il significato della parola “ ASCOLTARE “ è difficile da spiegare nella nostra lingua ma in Cina c’è un simbolo che rappresenta questa parola molto bene. La Dirigente ha quindi chiamato sul palco il consigliere comunale  Eugenio Capitanio (tra l’altro  nonno di un mio compagno di classe) e il vice-direttore dell’Ufficio Migrantes della Diocesi  Luciano Carpo. La cerimonia è terminata con la lettura della fiaba “ Uno e Sette” di Gianni  Rodari da parte di Cinzia Capitanio e con il brano dalla colonna sonora di “Batman” eseguito dall’orchestra diretta dal professor Roberto Fotia.   

Chiara Fior 1.A

 

 

 

    

IMG_5556 IMG_5552                                   

 

 

 

 

Da dove arriva l’acqua che beviamo?

Chi pulisce l’acqua sporca?

 

Gli alunni delle classi quarte della scuola primaria “G.B. Tiepolo” hanno trovato le risposte grazie agli incontri interattivi in classe, alla visita alla Centrale Idrica e all’uscita al Depuratore di Bolzano Vicentino.

 

depuratore

 

 

Presentazione del nostro libro

“Racconta… voglio ascoltarti”

 

 

http://ic4barolini.gov.it/wp-content/uploads/sites/123/pr.png

 

 

Tre giorni per sfogliare libri in libertà

 

ins

 

 

“Giovani per il pianeta” allo stadio Menti

Il 21e 22  Aprile le classi prime, seconde e terze della suola “Tiepolo” hanno partecipato alla manifestazione  “Giovani per il pianeta: pane, burro e marmellata, energia in movimento” che si è tenuta allo stadio Menti. E’ stato un gioioso momento conclusivo dei laboratori di educazione fisica e di robotica educativa e creativa a favore dell’ambiente promosso dal Comune di Vicenza e sviluppatosi a partire da gennaio nelle scuole della città. In particolar modo si sono distinte le classi seconde che sono state scelte tra tutte le scuole della città per la qualità del loro lavoro in merito alle speciali “api-robot”. Alcuni alunni hanno così fatto da tutor ad altre classi, spiegando le tecniche di programmazione del simpatico insetto.

 

 

P1040004stadio2

 

 

Uscita delle classi quarte a Palazzo Leoni Montanari

 

L’itinerario tematico e il laboratorio espressivo “Dioniso. Mito, rito e teatro” ha portato gli alunni delle classi quarte a rivivere il viaggio nel mondo degli antichi vasi apuli, colmi di misteriosi racconti.

 

IMG_0374 IMG_0325

 

 

Opera domani – “Turandot, principessa falena”

 

Dopo mesi di attesa e di preparazione, ieri 18 Marzo quasi tutte le classi della scuola “Tiepolo” si sono recate al Teatro Comunale per assistere alla messa in scena dell’opera lirica “Turandot, principessa falena”, di Giacomo Puccini.

Ecco alcune immagini del suggestivo spettacolo.

 

tur2

 

 

??????????????????????????

 

 

Per saperne di più  su “Opera domani”

 http://operadomani.org/opera-domani/cose-opera-domani/

 

Per saperne di più sullo spettacolo

http://operadomani.org/turandot/lo-spettacolo/

 

Per ascoltare i cori dell’opera  cantati dai bambini                  

http://operadomani.org/didattica-online/

 

 

 

È ora di nuotare…

 

Finalmente le tanto attese lezioni di nuoto: cuffia, accappatoio, costume e ciabattine e tutti pronti per un bel tuffo in piscina. Evviva!    (classi 1^ e 2^)

 

 

 

Classi prime in libreria

Nel mese di marzo due classi prime si sono recate alla libreria “Mondadori” per conoscere un altro aspetto del mondo dei libri. Dopo  alcuni chiarimenti da parte della libraia sulle differenze tra biblioteca e libreria, sulle diverse tipologie di libri per bambini ed altro ancora, i bambini hanno assistito ad una lettura animata; hanno poi potuto aggirarsi tra gli scaffali e sfogliare i libri in libertà.

A breve anche le altre classi prime faranno questa esperienza.

 

?????????????

 

??????????????????????????

 

 

 

Coding nelle classi seconde della primaria “Tiepolo”

 

Le classi seconde sono impegnate nel progetto di robotica educativa “Youth4Earth”: in gioco per il pianeta. Il progetto dà la possibilità di effettuare attività di coding in classe con l’utilizzo di api-robot, che si muovono in spazi creati riflettendo sui temi della sostenibilità ambientale.

 

IMGcoding1 IMGcoding 2 

 

 

Festa… in testa!

 
?????????????  IMG-20160205-WA0018 IMG-20160205-WA0016       ?????????????

 

 ?????????????      IMG-20160205-WA0015

?????????????

 

 

Carnevale  alla scuola “Tiepolo”

 

Immagine carnevale

 

Vincitori in sport-lettura

La classe 2^ C si é classificata seconda nel torneo dello sport-lettura (attività del POFT legata alla lettura e allo sport) ricevendo in premio 13 libri. Bravi ragazzi!

Questo era il progetto a. s. 2014/2015

“SPORTLETTURA” continua per la scuola sec. 1° su bibliografia ispirata ai mondiali di calcio.

Ogni squadra “adotta” un libro della bibliografia che rappresenta uno dei continenti in gara e lo rappresenta, leggendolo in classe e preparando, per le squadre avversarie, un questionario a risposte multiple di 20 domande, secondo il modello consegnato nell’incontro di presentazione…

Per permettere gli spareggi interistituti, il torneo interno alle scuole deve terminare entro la conclusione della scuola con comunicazione della squadra che rappresenterà la scuola alle finali all’Ufficio Interventi Educativi del Comune.

La FINALE di una stessa scuola dovrà dar luogo alla selezione di 1 sola squadra per prime e seconde (la classe prima media, che ha trionfato sulle prime, si scontrerà con la classe seconda media che si è qualificata). Nel caso voglia partecipare una sola classe in un istituto questa sarà la classe segnalata per la finale e, comunque, sarà tenuta a leggere tutti i libri in bibliografia per rendere possibile gli spareggi. La bibliografia verrà consegnata il giorno della presentazione.

FASE FINALE

-per le classi prime e seconde arrivate in finale, nel mese di ottobre 2015, si terrà lo spareggio ad eliminazione diretta, abbinando alla gara di lettura, una gara sportiva da precisare.

 

Libriamoci 2015

Dal 26 al 31 ottobre 2015 scorsi si è tenuta la seconda edizione di Libriamoci: giornate di lettura nelle scuole organizzata dal centro per il libro e la lettura (MiBACT) e, per il MIUR, dalla Direzione generale dello studente.

In tutte le classi della scuola  “Tiepolo” in questa occasione ci sono stati momenti di lettura animata o incontri con l’autore:

  • gli alunni delle classi prime hanno ascoltato la lettura di “La scuola delle sorprese” di Maria Vago da parte dei loro tutor delle classi quinte;
  • alcuni alunni della scuola Secondaria hanno letto ai bambini di seconda e terza delle favole inventate da loro;
  • per i ragazzi di quarta e quinta è stato organizzato un incontro con Cinzia Capitanio, autrice de “Lo scrigno delle farfalle”

http://www.libriamociascuola.it/?p=931

http://www.libriamociascuola.it

http://www.libriamociascuola.it/?p=1371

 

Visita alla mostra “1915 – 2015 nel Centenario della Grande Guerra”

Le classi terze della Barolini hanno visitato venerdì 2 ottobre la mostra “1915-2015 nel Centenario della Grande Guerra”, allestita dall’associazione Vivi Vicenza e dal Comune all’interno della Loggia del Capitaniato, in Piazza dei Signori. I 75 avvisi murali e manifesti emessi dall’amministrazione comunale dal 1915 al 1918 sono stati illustrati agli alunni da Luciano Parolin, curatore della mostra assieme ad Alessandro Guaiti. Al termine gli studenti hanno assistito alla deposizione di una corona d’alloro sulla lapide in memoria dei dipendenti comunali caduti in guerra ed all’intervento del presidente del Consiglio Comunale, Federico Formisano, che ha ricordato la visita al nostro istituto il primo giorno dello scorso anno scolastico. Nelle foto, un momento della cerimonia, con Nicolò Cavarretta ed Eleonora Di Pasquale (seminascosta), che partecipano alla deposizione.

 

ottobre2016ottobre22015          

Inizio anno  scolastico 2015/2016

Per il terzo anno consecutivo, il nostro istituto ha ricevuto la visita di un esponente del Comune per l’inaugurazione dell’anno scolastico. Dopo il sindaco Achille Variati ed il presidente del consiglio comunale Federico Formisano, è stato nostro ospite mercoledì scorso il consigliere Roberto Cattaneo. Il capogruppo di Forza Italia è stato accolto con queste parole dal dirigente scolastico Emanuela Vicari. “Ringraziamo il consigliere per la presenza tra noi, segno di continuità di relazione tra Comune e Scuola, un rapporto che desideriamo intenso e proficuo.
Come la scuola cerca di far trovare il proprio posto ad ogni alunno, così le chiediamo di adoperarsi per trovare un posto non ancillare, non residuale, ma prioritario alla scuola nelle delibere comunali laddove il quartiere e la scuola non possono arrivare, locali, infrastrutture, attrezzature, arredi. Quest’aula magna come altri locali attrezzati ed accoglienti sono frutto di una cittadinanza attiva di personale scolastico, genitori, LSU, economie. Pensiamo sia condiviso il desiderio di garantire agli studenti una scuola sicura, più attrezzata e adeguata.
Apprezziamo il POF/T, espressione di cultura cittadina condivisa, che offre laboratori, mediatori linguistici, sportello d’ascolto e ciò che la scuola non può dare alle fasce deboli. Perciò contiamo su alleanza culturale e operativa concreta tra Istituzioni, tra Scuola e Comune perchè anche ciò che è percepito come periferia sia inteso come ricchezza umana e potenzialità utile alla città”. Il consigliere Roberto Cattaneo ha risposto ringraziando la dottoressa Vicari per le sue parole e riconoscendo il buon operato svolto dall’amministrazione comunale a favore della scuola, pur essendo un esponente dell’opposizione. “Voi ragazzi dovete mettere da parte ogni tanto il cellulare, che pure è uno strumento prezioso, e ascoltare i docenti, che lavorano per il vostro bene. Essere curiosi verso il nuovo ed aperti nei confronti di chi arriva da altre realtà scolastiche, perché il futuro vi chiamerà ad uno scambio continuo”. Al termine dell’intervento in aula magna di fronte ad alunni e genitori di prima, il consigliere comunale è stato accompagnato da alcuni docenti a visitare locali ed aule speciali della scuola ed omaggiato infine di alcuni libri da parte del dirigente scolastico.